Viaggio – apologo

Il bradipo sonnecchia. Lo risveglia un dialogo:

«Che è un apologo?»
«Non lo so.»
«Un apolide è uno senza nazionalità…»
«Non c’entra niente, quella è la “a” davanti.»
«C’è da guardare sul dizionario.»

Il bradipo vede passare barellieri che trasportano una scimmia. Butta un occhio ad una lettera che gli è appena arrivata:

Direi che l’articolo è un ottimo esempio del suo stile, se ti ritrovi con il suo tipo di introspezione leggi anche il libro, se ti viene voglia di bruciarlo, no :P
(Non ci provare: i tuoi apologhi sono molto migliori e più sofisticati del suo pippone sulla buca)

Prende distrattamente un grosso dizionario, lo apre a caso:

Sincronicità: Breve racconto, in cui si fanno parlare cose e animali, e dal quale si deduce una verità morale.

Poi ricorda di essere un bradipo e di non saper leggere; torna a dormire.

Lo spirito della scimmia, tassonomicamente scocciato, urla: «”Gli animali non parlano” è un cliché, non un viaggio! E che diamine!»

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.