Tre di pentacoli

(In un mazzo relativamente recente, il Rider-Waite, i denari vengono chiamati pentacoli. La ragione c’è, ma mica posso dirvi tutto io.)

Il tre di pentacoli è quella cosa che ci si mette insieme ed ognuno fa la propria cosa per benino, non che fai tutto tu senza interpellarci e poi ancora rompi le scatole.

Si deve fare? Ed allora si fa. Un buon progetto, divisione dei ruoli, aderenza alle specifiche e quel genere di determinazione da mulo che compie miracoli – perché “è intelligente, ma non si applica” fa più figo ma alla fine della fiera perde da “è stupido come un panettone di cemento ma si impegna tantissimo”. Pare che, panettone su panettone, Melegatti abbia tirato su una piantagione di felini in Trentino (e con una mano sola!).

L’obiettivo è stato raggiunto, le aspettative sono soddisfatte. Cooperazione e lenta pianificazione sono le parole chiave. La cazzuola c’entra marginalmente, un pizzico di fard è proprio su un altro pianeta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.