Archivi tag: blog

Abbonamenti

Non so se avete notato – io non l’avrei fatto, se non l’avessi fatto io – che ho aggiunto la possibilità di abbonarsi via e-mail al blog o alle risposte ad un particolare commento.

Notate l’artificialità e l’ambiguità di  “io non l’avrei fatto, se non l’avessi fatto io” nel paragrafo precedente; la mia maestra delle elementari, che aveva visto giusto e spesso diceva che i miei periodi sono contorti, l’avrebbe segnato con la penna rossa. Purtroppo non legge il blog, e non si possono correggere i blog altrui con la penna rossa. Al limite con qualche commento pungente. Ma non divaghiamo.

Chi volesse ricevere i post via e-mail non dovrà far altro che seguire questo link (servizio gentilmente offerto da FeedBurner). Non vi intaserò la casella, i nuovi articoli appaiono con cadenza trisettimanale… nei periodi di illuminazione. Poi ci sono mesi e mesi di pausa.

Chi, invece, desiderasse essere avvertito di risposte ad un proprio commento non dovrà far altro che spuntare l’apposita casellina in fondo al form dei commenti. Non rivendo i vostri indirizzi ai grossisti di Xanax, tranquilli, né li uso per spedirvi enormi presentazioni in PowerPoint; è tutto automatico, e potete disicrivervi da quel che vi pare quando vi pare seguendo i collegamenti inclusi nelle e-mail.

Io continuo a preferire i feed rss, come sistema per seguire un blog ed i suoi commenti, ma non è detto sia lo stesso per tutti voi.

Maniacale – 2

Passano gli anni, ma non la maniacalità.

Avio, ed in passato Celant, e forse altri prima di loro sono andati a recuperare molti post passati. Come ho scritto nei commenti, la cosa mi stupisce e mi lusinga allo stesso tempo.

Avendo dovuto adeguare il (banale) template in modo che giochi pulito con le ultime versioni di WordPress ho deciso di perdere qualche ora in un passatempo di certo economico, ma non del tutto sano: rileggere tutto il blog, eliminando le categorie e “taggando” i post arretrati. Potete anche abbonarvi via e-mail ai commenti di un certo articolo, in modo da sapere se qualcuno vi ha risposto: idea presa in prestito, con mesi di ritardo, dal caro Francesco.

Anche se non sembra, queste (banali) pagine hanno quasi quattro anni. Fa un certo effetto recuperare cose scritte tempo fa… è la natura dei blog: leggendoli si finisce, in un certo qual modo, per affezionarsi agli autori. E se si rilegge il proprio blog non si può fare a meno di provare simpatia per come si era – specialmente se si scopre che, a dispetto di discorsoni e propositi per l’anno nuovo, “dopo tanti anni sei sempre un coglione”. Sono sicuro che coglierete la citazione, la mangerete e pianterete i semi in giardino.

Ma perché si scrive su un blog e non su un taccuino? Perché si ha il bisogno irrefrenabile di dire qualcosa di sé, per quanto stupido o noioso possa essere. In questa mia rilettura ho scoperto un sacco di cose che non ricordavo di aver scritto, e che probabilmente oggi riscriverei tali e quali.

Il mio ego smisurato mi chiede di dare una seconda possibilità a certi post molto sentiti che però hanno letto in tre. Questa volta saranno letti da circa trentacinque persone (feedburner vi tiene d’occhio, fedeli lettori!): è la mia occasione per aumentare la noia sul pianeta. Sì, adoro denigrarmi.

Inauguro, quindi, una desolante tradizione del “best of” – corredata di omonimo tag, per cui potrete saltare a pié pari i post del tipo “best of” senza timore di esservi persi niente; è pur sempre minestra riscaldata.

Oggi è la volta di due post temporalmente contigui, ma tematicamente distanti.

Il primo è Esperienza, lo spot di un rivoluzionario prodotto che può davvero cambiare la vostra vita.

Il secondo è un post sul pianto, che farebbe invidia a Masini ed a Mariottide. Molto emo, si direbbe oggi… all’epoca non lo si diceva. Per lo meno: io no, voi facevate un po’ quel che vi pareva, come sempre. Che zuzzurelloni.

GRAVATAR: I HAS IT

In realtà ce l’avevo già, ma qui non si vedeva.

Se ne volete uno anche voi,  gravatar.com. Utilità? Nessuna, se non quella di soddisfare il vostro narcisismo con un’iconcina personalizzata accanto al commento in tutti i blog che lo supportano.

Ah, il titolo non è un refuso: nel caso non abbiate ancora sentito parlare dei lolcats, fatevi una cultura

Prototipo altrui – 2

(o Il Grande Programmatore)

Salve! Ecco un mio script per salvare il contenuto di una cartella in un file, ho deciso di condividerlo con tutti voi:

ls > miofile.txt && echo "Fatto! :-)"

Copiate queste righe in un editor (di solito viene dettagliata tutta la procedura, ma ve la risparmio), salvate il file con il nome “mioscript.sh” ed eseguitelo con il comando:

sh mioscript.sh

e vi ritroverete  con un file, miofile.txt, contenente l’elenco di tutti i file della cartella corrente!!!

Seconda puntata. Sì, niente shebang, siamo superiori. Sì, non ci vuole Leonardo per distinguere un divieto di sosta dalla Gioconda.

Prototipo altrui – 1

Vim è un editor di testo veramente fikizzimo – intendiamoci, io non lo uso perché preferisco Word, ma i miei amici ne parlano benissimo!!!

Per installarlo sulla nostra Ubuntu Box digitate, da terminale:

sudo apt-get install vim

Buon divertimento!!!

Il giorno dopo…

XMMS è un player multimediale che tutti dovrebbero avere! Passiamo alle istruzioni dettagliate per installarlo:

sudo apt-get install xmms

ovviamente da terminale!

Il giorno dopo…

Chi di noi non ha sentito il bisogno di copiare file tra la nostra Ubuntu Box ed un altro pc? Da oggi possiamo farlo con rsync!!!

Ecco un rapido tutorial per installarlo in cinque secondi! Aprite un terminale (Applicazioni -> Accessori -> Terminale) e digitate:

sudo apt-get install rsync

Evviva!

Una discreta fetta di blog italiani dedicati a Linux (e ad Ubuntu, in particolare, ma ce n’è per tutte le distribuzioni) sono di questo tenore. Sì, al quarto giorno qualsiasi essere umano pensante ha capito come si installa un programma, ed ha intuito che il contenuto informativo di ogni post si riduce al nome del programma stesso. Ma questo non impedisce agli infaticabili autori di prodursi giornalmente in quelli che vorrebbero essere tutorial, guide, tips.

Chi pensa che io sia critico solo nei confronti dei poveri blogger linuxari, può tediarsi con i prototipi

Lotta allo spam

Giusto per sboronare dimostrare che può essere fatto, ho scaricato ed installato Bad Behavior su questo blog usando solo il cellulare.

Adesso proverò a postare un commento per verificare che il suddetto Bad Behavior non cassi troppo eventuali poster e poi cancellerò tutto come omaggio all’impermanenza lascerò tutto ai poster-i come proof of concept (fai ciao con la manina, impermanenza – dopo la sfacchinata, voglio che questo stupido post venga inciso nella pietra).

È tutto.