Satori da suono

Un caso classico di ricerca del satori. Non l’ho inventato io, e me ne assumo la responsabilità.

Munirsi di un mantra.

Ripeterlo una decina di volte.
Ripeterlo un centinaio di volte.
Ripeterlo fino a cottura.

C’è un momento in cui il suono non significa più nulla, è solo suono. C’è chi lo chiama instupidirsi; poco male.

Ripetere a piacimento con:

  • Musica: possibilmente migliore di quella che ascolto io
  • Interlocutore noiosi: purtroppo non ho l’abitudine di parlare da solo, quindi cerco collaboratori
  • Pioggia, stormire di fronde, decollo di un aereo di linea

2 pensieri su “Satori da suono

  1. thedax

    Lo dice anche il mio spam:

    Call out Gouranga be happy!!!
    Gouranga Gouranga Gouranga ….
    That which brings the highest happiness!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.