L’orologio del ritardatario

Anni fa, quando ero addirittura più ritardatario di adesso, avevo l’abitudine di premere periodicamente a caso il pulsante “set time” sulla mia sveglia. L’effetto era di impostare l’ora in avanti di un numero sconosciuto di minuti; quando superavo una certa soglia, ed era palese che la sveglia fosse troppo avanti, rimettevo l’ora corretta e ricominciavo il processo.

Questo mi teneva sempre sulle spine, perché non potevo sottrarre lo scostamento dall’ora segnata per ricavare l’ora esatta; idealmente, mi costringeva a prendere sempre in considerazione l’idea che l’ora segnata potesse essere pericolosamente vicina a quella esatta.
Non troppo efficiente come sistema per prevenire i ritardi, ma evidentemente qualcun altro ha avuto la mia stessa idea

[via Lifehacker]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.