Fame

Quando perdo tempo su Wikipedia sono come un gatto che corre dietro al laser.

L’idea non è poi così balzana; l’uomo ha evolutivamente bisogno di assimilare informazioni, per potersi meglio adattare all’ambiente e fare tutte quelle cose carine che fa.

A parte alcune notevoli eccezioni, trae un piacere quasi fisico dall’apprendere nuove nozioni. Epperò, coltivare patate non espone alla stessa quantità di informazioni che il browser medio sputa a ritmo imbarazzante.

Abituati a mangiare poco e di rado, non riusciamo più a fermarci. Ci ingrasserà il cervello?
O forse qualcuno ha in mano il puntatore laser, e si diverte a farci perdere tempo davanti ad internet per distogliere la nostra attenzione da qualche oscuro segreto?

4 pensieri su “Fame

  1. Lario3

    E’ un ottimo post… complimenti.

    Grazie mille per il commento, wow che onore che hai fatto i feed del mio blog.

    Grazie ancora, CIAO!!!

  2. zio Gil

    La seconda, claro.
    L’analogia cibo/informazioni con le implicazioni di rischio obesità da te sollevate non mi era mai passata per la testa. Grazie per lo stimolo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.